9 Migliori Cellulari Con Tasti (Guida 2021)

Ciao 👋 sono Alessandro.

Se ti stai domandando quali sono i migliori cellulari con tasti ma non sai come orientarti, questa guida fa al caso tuo 😉

Ti aiuterò nella scelta partendo dai miei tre preferiti 🔝

Al Primo Posto
Brondi Amico Chic
Al Secondo Posto
Nokia 3310
Al Terzo Posto
Wiko Lubi5Plus
Brondi Amico Chic, Telefono cellulare GSM per anziani con tasti grandi, tasto SOS e funzione da...
Nokia 3310 3G Telefono Cellulare, Memoria Interna da 64 MB, Fotocamera: 2 MP, Azzurro [Italia]
Wiko Lubi5Plus - Telefono cellulare con tasti da 1,8 "(Dual SIM, Radio FM, supporta microSD,...
Al Primo Posto
Brondi Amico Chic
Brondi Amico Chic, Telefono cellulare GSM per anziani con tasti grandi, tasto SOS e funzione da...
Al Secondo Posto
Nokia 3310
Nokia 3310 3G Telefono Cellulare, Memoria Interna da 64 MB, Fotocamera: 2 MP, Azzurro [Italia]
Al Terzo Posto
Wiko Lubi5Plus
Wiko Lubi5Plus - Telefono cellulare con tasti da 1,8 "(Dual SIM, Radio FM, supporta microSD,...


Clicca qui se vuoi leggere subito le domande frequenti sui cellulari con tasti


Migliori Cellulari Con Tasti 2021

1. Brondi Amico Chic – Consigliatissimo Per i Nonni

Brondi Amico Chic, Telefono cellulare GSM per anziani con tasti grandi, tasto SOS e funzione da...

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Con questo bel telefono coi tasti morbidi mi sento più a mio agio, perché mio nipote aveva spinto tanto perché passassi allo smartphone e dopo una settimana glielo ho ridato perché non mi riesce di usarlo con tutte quelle funzioni inutili.

Preferisco usare il classico telefonino con i tasti, perché si capisce subito come funziona, ha lo schermo grande e se devo cercare i numeri basta pigiare le freccette.

La batteria resta carica tantissimo tempo e quindi anche se me la scordo non ho problemi di autonomia e posso chiamare tranquillamente, anche stando al telefono per molte ore, come a volte mi capita con mia sorella che abita lontano.

Sinceramente avrei preferito che fosse un po’ più grande, ma anche così si tiene bene in mano perché basta appoggiarlo sul palmo della sinistra e pigiare tasti con l’indice della destra con tutta la calma del mondo.

Ha anche il tasto speciale per le chiamate d’emergenza e me lo sono fatto programmare direttamente da mio nipote che ci capisce più di me.

È piccolino e leggero, quindi me lo posso sempre portare dietro anche quando vado a fare la spesa.

Ha il bel vantaggio che essendo un telefonino coi tasti, nessuno te lo ruba, perché è economico e non ne vale la pena.

Per attivare le chiamate di SOS basta semplicemente te pigiato bene il tasto dietro e parte una lista di sicurezza, avvisando tutti che c’è un problema.

Una funzione che c’è in tanti altri telefonini, ma non è così semplice da attivare come su questo, perché ce li hanno anche delle mie amiche.



2. Nokia 3310 – Facile Da Utilizzare

Nokia 3310 3G Telefono Cellulare, Memoria Interna da 64 MB, Fotocamera: 2 MP, Azzurro [Italia]

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Non mi sono mai interessato particolarmente alle diavolerie elettroniche che piacciono tanto a tutti quanti, perché alla fine di stare a chattare con il telefonino non ne ho voglia.

Se qualcuno mi deve contattare, fa il numero e rispondo. Me lo porto sempre dietro, anche quando sono a lavorare nei campi.

Lo metto in un taschino della camicia e se sento vibrare rispondo al telefono, ma tanto i miei amici preferiscono chattare direttamente intorno a un bianchino al bar.

È azzurro, almeno in casa lo vedo bene perché tutti i mobili sono marroni e comunque sono uno molto preciso, quindi difficilmente lo perdo.

Dentro ci posso anche mettere la musica per sentire con le cuffiette quando sono in bicicletta e torno da lavoro, anche se preferisco la radio.

Non lo carico praticamente mai, perché vedo che il disegnino della pila è sempre pieno, ma ogni tanto per scrupolo lo attacco al suo trasformatore.

Anche per me che non sono tanto esperto è facile da usare perché basta usare le freccette per trovare i nomi in lista, fare le chiamate e mandare i messaggi, perché mio figlio ha uno di quei telefoni moderni e se lo chiami non risponde perché ha sempre da fare.

Con il messaggino vado tranquillo perché lo legge e mi richiama direttamente lui.

Me lo sono fatto prendere su internet perché conveniva rispetto al negozio e non c’è stato un granché da imparare perché è più o meno funziona come quello vecchio che avevo, ma che purtroppo a un certo punto ha smesso di funzionare di botto e non c’è stato modo di farlo ripartire.



3. Wiko Lubi5Plus – Super Leggero

Wiko Lubi5Plus - Telefono cellulare con tasti da 1,8 '(Dual SIM, Radio FM, supporta microSD,...

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Senza telefono non ci posso stare perché da quando sono in pensione sono sempre in giro e di prendere uno di quelli moderni con lo schermo gigante non ne ho proprio voglia.

Preferisco questi qua piccoli perché sono più robusti e la batteria funziona per quasi una settimana senza aver bisogno di essere rimessa in carica.

Ho capito subito come funzionava perché basta pigiare le freccette e appaiono le scritte sullo schermo.

È bello colorato e soprattutto molto luminoso, quindi lo posso anche vedere al buio. Dentro c’è la sveglia, la rubrica e se non ho capito male anche la radio, ma non l’ho mai usata.

Si sente davvero molto bene e anche con il volume non al massimo distinguo perfettamente le parole, per mettermi d’accordo su dove ci vediamo il pomeriggio con le mie amiche, perché a seconda della stagione e della giornata la panchina si sposta.

In casa lo tengo sempre a portata di mano perché almeno se devo fare una chiamata d’emergenza non mi sto ad alzare per arrivare a quello a tasti che c’è in soggiorno.

Secondo me funziona benissimo, per chiamare è facile e anche per rispondere perché una volta capito che il tastino a sinistra alza la cornetta e quello a destra la abbassa è del tutto uguale ai telefoni vecchi.

Poi è davvero leggerissimo quindi lo posso mettere anche nella sacca del marsupio, perché riuscire con la borsa non me la sento. Ci sono troppi balordi in giro.



4. Nokia 216

Nokia 216 Telefono Cellulare Dual Sim, Display 2.4' a Colori, Bluetooth, Fotocamera, Nero [Italia]

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Mi sono velocemente stancato di tenere il cellulare con le app per lavoro perché tutti quanti mi mandavano i messaggi vocali lunghissimi per spiegarmi i loro problemi e puntualmente non ci si capiva nulla.

Allora ho preso la decisione di passare lo smartphone a mia moglie, almeno ha smesso di usare il suo vecchissimo cellulare che oramai non si poteva più aggiornare e mi sono preso questo qua che è piccolino.

Mi sta in un taschino e soprattutto se mi chino o mi cade non c’è rischio che si rompa. È un cellulare molto pratico, con un grosso schermo e una rubrica facile da navigare, perché si usano le freccette come nei vecchi modelli.

La batteria resta carica praticamente per sempre se non ricevo chiamate. Di solito lo attacco a trasformatore ogni tre o quattro giorni e vado tranquillo.

La suoneria si sente, anche se quelle già installate sono un po’ bruttine ma non mi interessa un granché.

Eventualmente ci posso mandare anche gli SMS per avvisare se ritardo.

Per me passare dallo smartphone al lavoro a questo qua in vecchio stile è significato molto meno nervosismo e soprattutto la possibilità di concentrarmi su quello che sto facendo.

Finalmente non devo più stare continuamente a guardare le notifiche che puntualmente erano stupidaggini, oppure cose che i miei clienti possono tranquillamente dirmi quando arrivo da loro.

Oppure chiamarmi direttamente, almeno riesco anche a dargli delle risposte decenti e a fare le domande giuste.



5.





Ho sempre avuto telefoni a conchiglietta perché quelli piccolini non mi riesce di tenerli in mano in maniera decente e dopo un po’ cominciano a scivolarmi perché tendo ad appoggiarli alla spalla.

Questo è molto comodo con tasti grandi piuttosto sensibili ma soprattutto che da chiuso non si attivano da soli e non partono le chiamate a caso.

Ha un bello schermo a colori molto luminoso e che soprattutto si legge bene senza gli occhiali, perfetto per i messaggini ma soprattutto per cercare i numeri che non mi ricordo a memoria.

Lo tengo in carica più o meno una volta la settimana e con il ritmo delle chiamate che mi entrano la batteria non cala neanche fino a metà, almeno sono tranquilla e posso contare sempre sul mio cellulare.

Visto che si può chiudere a conchiglietta lo metto tranquillamente in borsa e insieme a tutto il resto della roba anche quando vado a fare la spesa e non c’è pericolo che faccia scherzi strani.

Soprattutto non è il cellulare che un malintenzionato può aver voglia di provare a rubare, perché è uno di quelli semplici classici e che quindi non riuscirebbe a rivendere.

Tutte le funzioni si esplorano con il tastino apposta ed è più o meno sulla falsariga dei vecchi modelli, quindi con i menù a tendina che si navigano solo in su e in giù, con tutte le voci ben segnalate e facili da recuperare per cambiare le impostazioni e per attivare le funzioni come la sveglia.



6. Alcatel 20.53

Alcatel 20.53 Telefono Cellulare da 4 MB, Fotocamera da 1.3 MP, Volcano Nero [Italia]

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Questo secondo me è uno smartphone: è piccolo leggero con la batteria che dura tantissimo e fa le foto.

Me lo sono fatto consigliare da un esperto in materia che è mio nipote, perché ero stanca di dovermi portare dietro quello vecchio, che ormai aveva la batteria praticamente finita che mi lasciava a piedi una volta ogni due giorni.

Adesso invece lo carico e resta affidabile per quasi una settimana, se non ricevo troppe chiamate oppure non ne faccio.

Mi sono trovata benissimo immediatamente e rispetto a quello vecchio ho dovuto imparare poche funzioni.

La rubrica è grandissima e si trovano tutti i numeri usando le freccette, stessa cosa vale per fare le foto che vengono abbastanza bene per essere un cellulare, anche se preferisco sempre la macchinetta.

Me lo posso portare dietro in tutte le occasioni perché chiudendosi a conchiglietta non c’è il rischio che mi partano delle chiamate, ma la cosa che preferisco è il fatto che ha i tasti enormi, non c’è bisogno di usare l’unghia del mignolo per fare un numero.

Basta appoggiare il pollice un po’ come con quello fisso. Inoltre è fatto di plastica durissima e quindi anche nel caso che caschi dalla borsa non c’è pericolo che lo schermo si scheggi perché è assolutamente compatto e ben corazzato.

Mi ci trovo davvero bene e posso regolare la suoneria anche per sentirlo nel traffico da dentro la borsa.



7. Samsung E1150

Samsung E1150 Cellulare, Colore: Titanio/Argento [Importato dalla Germania]

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Mi occorreva un cellulare che fosse piccolo, comodo ma che funzionasse perché non ho assolutamente voglia di restarmene sempre in casa e preferisco andare in giro in piena libertà punto se mi serve qualche cosa chiamo, soprattutto d’estate quando mi allontano parecchio in bicicletta.

Questo Samsung è a conchiglietta, lo posso tenere tranquillamente nel marsupio e non c’è pericolo che partano chiamate indesiderate.

La suoneria si può regolare molto bene e arriva anche a un volume considerevole, che posso sentire tranquillamente persino quando sto andando a pedalare in mezzo al traffico per uscire dalla città.

Lo schermo è grosso è molto luminoso almeno posso leggere tranquillamente i messaggi e vedere chi mi sta chiamando prima di rispondere e eventualmente chiudere la conchiglietta senza il rischio di farmi scoprire.

Somiglia a il mio primo telefono che presi per lavoro tanti anni fa ma che adesso non penso che si accenderebbe neanche più.

Questo in compenso ha una batteria che dura tantissimo rispetto ai telefonini di ora.

Lo carico più o meno una volta ogni tre o quattro giorni giusto per scrupolo, quando comincio a vedere che le tacchette sulla pila si abbassano.

Siccome è praticamente identico ai vecchi cellulari di una volta, non ho neanche tutto perdere tempo a capire come funziona, quando mi è arrivato in una mezz’oretta ero già a posto per metterlo nel marsupio e partire, mandando finalmente in pensione quello vecchio è pesante che avevo prima.



8. Doro Cellulare PhoneEasy 613

Doro Cellulare PhoneEasy 613, design elegante, pieghevole (fotocamera 2 MP, tasti e display grandi,...

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Al lavoro mi porto sempre dietro due cellulari, il mio per perdere tempo e questo qua per le chiamate dei clienti, almeno non mi possono mandare i vocali e i messaggi lunghissimi e soprattutto non mi trovo infilato in chat di WhatsApp da rappresentanti furbetti.

È robustissimo, perché a conchiglietta. Mi ha già cascato un paio di volte in terra e funziona come prima.

La batteria dura per fortuna come vecchi cellulari e quindi se la lascio in carica una notte vado tranquillo per giorni interi a meno che qualcuno non mi chiami per due ore e mezza, ma è una cosa che non capita più da quando ha finito le scuole.

La rubrica riesce a contenere tutti i numeri dell’universo, soprattutto ha tutte le funzioni che mi servono, cioè chiamare.

È piccolino e mi sta tranquillamente nella tasca dei pantaloni, quindi quando sono a lavorare in spazi un po’ angusti non ho bisogno di lasciarlo da una parte come dovevo invece fare con lo smartphone perché lo schermo grande non va d’accordo con troppo movimento.

Anche se non le uso, ha tutte le funzioni che possono fare comodo, come la sveglia, l’orologio e quanto il resto.

Quindi va benissimo per tutti quelli che sono in cerca un cellulare semplice ma affidabile.

Inoltre faccio anche presto se mi entra una chiamata indesiderata a richiudere la conchiglietta e rimetterlo in tasca facendo finta di niente, senza il pericolo di accettare la chiamata per sbaglio come con lo smartphone.



9. Trevi SICURO 10

Trevi SICURO 10 Telefono Cellulare per Anziani con Tasti Grandi, Funzione SOS, Base di Ricarica,...

VEDI OFFERTA SU AMAZON →

Ho dovuto contrattare per settimane con mia madre perché non voleva assolutamente prendere un cellulare. Secondo lei era completamente inutile, soltanto un peso e non ci capiva nulla su come funzionava. Tutte scuse.

Alla fine ho fatto un ordine e le ho messo in mano questo telefono, spiegandole le funzioni che ha.

Ovviamente non ha voluto capire come funziona la rubrica, che è facilissima da navigare, perché basta andare su e giù con le freccette, ma se non altro ha capito come si fa a rispondere alle chiamate e a farle.

I tasti ovviamente sono oramai standard ed è praticamente impossibile non capire loro funzione.

Soprattutto le ho chiarito il fatto che c’è un bel pulsante dietro che se viene pigiato con un po’ di forza attiva le chiamate di emergenza, perché io purtroppo non posso essere sempre in zona e quindi se c’è un problema grave bisogna che ci sia una soluzione a disposizione.

I numeri li ho programmati io, ma il menù è facilissimo da navigare e credo che se si fosse impegnata 10 minuti in più ce l’avrebbe fatta anche lei.

Ha delle belle suonerie forti, quelle classiche,ma che funzionano molto bene.

Tutte le volte che chiamo al fisso è sempre complicato farsi rispondere, perché mia madre sempre convinta che il suono del telefono venga dalla televisione.

Ho risolto scegliendo la suoneria più brutta che ho trovato e mettendola al volume massimo. Adesso se squilla risponde.


Domande Frequenti

Perché acquistare un cellulare con tasti?

Il motivo per cui acquistare un cellulare con tasti è semplicissimo: è un telefono.

Se ti occorre uno strumento per fare chiamate e al limite ricevere SMS, qualcosa che sia semplice ed affidabile al 100%, con la batteria che dura tantissimo, che non ti ingombra in borsa e che faccia esattamente il suo lavoro, il telefono con tasti è sempre una sicurezza.

Molte persone si sentono in obbligo di prendere cellulare di ultima generazione, anche se non ne hanno il benché minimo bisogno, ma solo per moda.

Altri, invece, sono più pratici e valutano con attenzione le varie spese.

Un cellulare con tasti consente di fare tutte le operazioni necessarie senza distrazioni o aggiornamenti di sistema operativo.

È un ottimo acquisto non soltanto per una persona anziana che vive da sola e che è abituata a usare i telefoni con i numeri belli leggibili e non riesce molto bene a gestire lo smartphone.

Ma anche semplicemente per chi non ha voglia di essere costantemente schiavo di applicazioni e altre cose completamente inutili e vuole semplicemente uno strumento per chiamare, con un costo dell’abbonamento contenuto, senza problemi di connessione e di WiFi.

Un telefono con tasti è perfetto per esempio perché fa una vita tranquilla ma vuole essere sicuro di essere sempre raggiungibile solo via voce, anche perché gli SMS non sono un grosso disturbo.

Molte persone infatti sono oramai stanche di dover usare tutte le applicazioni di instant messaging che fanno perdere sostanzialmente soltanto del tempo.

Tutti i problemi legati agli smartphone si risolvono semplicemente con il caro vecchio tradizionale telefono con tasti, che non lascia mai a piedi.


Chi acquista ancora un cellulare con tasti?

Effettivamente la base degli acquirenti dei telefoni con tasti sono gli anziani e le persone che ormai per abitudine utilizzano soltanto la funzione chiamata.

In questa maniera sono più tranquilli perché non c’è il rischio di fare errori o installare applicazioni strane, oppure finire su siti internet sconosciuti e pronti a svuotarti il conto.

Non sono soltanto però utenti di una certa età a comprare i telefoni, perché molto spesso i genitori scelgono di acquistare un vecchio modello classico per i loro figli piccoli, in modo tale che siano sempre raggiungibili e che possano eventualmente chiamare a casa se ci sono problemi, ma non finiscano precocemente nella spirale dei social.

Un altro tipico acquirente dello telefonino con tasti è chi deve lavorare e non ha bisogno di essere sempre connesso, ma reperibile.

A differenza dello smartphon, in cui si ha continuamente una contrattazione fra conferme e disdette tramite le app di instant messaging, con il cellulare con numero classico si è praticamente costretti a chiamare e parlare in prima persona.

In questa maniera si evita di finire in situazioni scomode o sgradevoli.

Il ritratto medio della persona che ha bisogno di un classico cellulare con i tasti è quello di chi ha bisogno di essere affidabile, non ha voglia di distrazioni e problemi e di non vuol imparare funzioni completamente inutili solo per assecondare la moda.

Senza dimenticare poi che in media un telefonino classico è molto più robusto di uno smart e quindi lo sua vita utile è decisamente più lunga.

A Cosa Serve